Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

tel:+393807155735 /+39089873334

Diritto civile

16. 05. 13
posted by: Super User
Visite: 2340

Il termine diritto identifica un sistema di regole finalizzato alla composizione dei conflitti di interesse che sorgono tra soggetti; queste regole sono correlate fra loro poiché concorrono insieme ad assolvere una funzione complessiva e perciò non operano mai in maniera isolata. Il sistema di regole del diritto non è l’unico esistente, ma anzi convive con altri, come quello che si basa sulla morale, sul buon costume o sulla religione; non sempre però, le regole di uno coincidono con le regole dell’altro.

Nella società in cui viviamo, bisogna distinguere fra i soggetti investiti del potere di creare il diritto e quelli investiti del potere di applicare il diritto ; il primo è affidato allo  Stato (parlamento e governo), alla

Comunità economica europea (consiglio), alle Regioni ed Enti locali (consigli regionali, provinciali e

comunali), mentre il secondo è affidato ad organi separati, quali l’Autorità giudiziaria e la Corte di giustizia . In altre società, troviamo invece forme diverse di organizzazione, come ad es. il sistema di

common law dove l’Autorità giudiziaria crea e applica il diritto. Il diritto presenta la caratteristica della

relatività , in quanto i sistemi di regole mutano nel corso del tempo e si diversificano nello spazio, e quella della coercibilità , poiché oltre a prescrivere e proibire comportamenti, il diritto impone l’osservanza delle proprie regole (sanzioni corrispondenti alle violazioni di regole e norme).

Per quanto riguarda la legittimazione del diritto, da un punto di vista formale, si può dire legittimato dalle

autorità che lo creano e lo applicano , mentre da un punto di vista sostanziale, è legittimato dal consenso della maggioranza di coloro che vi sono sottoposti, in quanto il diritto è espressione della società in cui vige.